Il Nasdaq attira la liquidità in fuga dal Dow Jones. Cosa farò oggi?

Tol Communication Srl

di Marco Bernasconi 22 Novembre 2021

A Wall Street si dice:

“Bisogna imparare dagli errori altrui. Non si hanno abbastanza soldi per farli tutti da solo.”.

Jesse Livermore


Nell’ultima sessione a Wall Street, l’SP 500 è sceso del -0,14%. Nel momento in cui scrivo questa analisi i futures statunitensi sono positivi: Nasdaq +0,56%, per il Dow Jones +0,26% e per l’S&P 500 +0,31% circa.



Perché il mercato ha chiuso negativo nell’ultima sessione a Wall Street?




  • I mercati azionari venerdì Negli Stati Uniti hanno chiuso un'altra sessione in maniera divergente.
    Il Nasdaq 100 ha segnato un nuovo record storico e il Dow Jones Industrials è sceso invece su un livello che non vedeva da tre settimane.
    Segnalo tra gli aspetti positivi della sessione un rialzo del 10% del titolo Intuit che ha fatto raggiungere al titolo stesso il suo personale record, ha portato tutto il comparto dei titoli tecnologici a crescere e ha spinto il Nasdaq 100 a un nuovo record storico.
    Segnalo invece tra gli aspetti negativi il peggioramento della pandemia a livello globale che ha portato a chiusure in Europa. Questa situazione in prospettiva fa pensare a nuovi cali dei consumi energetici e quindi abbiamo visto il verificarsi il calo dei prezzi del petrolio greggio e dei titoli energetici.
    Naturalmente, il peggioramento della pandemia ha pesato sui prezzi dei titoli vacanzieri e dei viaggi in genere e sugli operatori di navi da crociera.


  • I commenti di venerdì del governatore della Fed Waller sono stati letti negativamente dal mercato azionario. Il governatore ha dichiarato: "il rapido miglioramento del mercato del lavoro e il deterioramento dei dati sull'inflazione mi hanno spinto a favorire un ritmo più veloce di tapering e una più rapida rimozione degli aiuti all'economia nel 2022".


  • Il dato pandemico statunitensi è stato percepito negativamente dal mercato azionario.
    La media a 7 giorni di nuove infezioni da Covid negli Stati Uniti è salita al suo massimo di 40 giorni mercoledì arrivando a 97.006 ai dati di giovedì. Inoltre, il tasso di incidenza a 7 giorni di nuove infezioni da Covid in Germania è salito ad un record di 337 per 100.000 persone sempre su dati di giovedì.


  • Vediamo adesso insieme, cosa hanno fatto ieri alcuni titoli rappresentativi per l'intero mercato.


  • I titoli Del settore energetico ed i fornitori di servizi energetici sono stati pesantemente venduti nell'ultima sessione della scorsa settimana.
    I prezzi del petrolio greggio sono scesi di oltre il -3% raggiungendo il minimo degli ultimi 45 giorni. Devon Energy ha chiuso in calo di oltre il -6% peggior titolo dello S&P 500.
    Baker Hughes, Schlumberger, Marathon Oil, Occidental Petroleum, Phillips 66, e Diamondback Energy hanno chiuso In calo di oltre il -5%.


  • Parallelamente all'aggravarsi del numero dei casi di covid in molti paesi occidentali si vedono fenomeni già conosciuti e quindi assistiamo a fughe di capitali da titoli come gli operatori di navi da crociera e le compagnie.
    Inoltre, la quarta ondata di infezioni di Covid in Europa ha spinto l'Austria a entrare in un lockdown, e la Germania sta considerando di fare lo stesso.
    Carnival, Norwegian Cruise Line Holdings e Royal Caribbean Cruise Ltd Hanno chiuso in calo di oltre il -2%. United Airlines Holdings, American Airlines Group, Southwest Airlines, e Delta Air Lines hanno chiuso in calo di oltre il -2%.


  • Boeing ha chiuso in calo di oltre il -5%, peggior titolo nel Dow Jones Industrials.
    La notizia che ha spaventato il mercato è stata data da Dow Jones che ha riportato che Boeing stava ulteriormente rallentando la produzione del suo vettore 787 Dreamliner.
    Ha influito negativamente sul titolo anche un programma di ispezione dell'agenzia aeronautica statunitense FAA sul vettore Boeing 787.


  • Applied Materials ha chiuso più in calo di oltre il -5%. La società ha presentato dati per vendite nette Q4 di $6.12 miliardi, sotto il consenso di $6.35 miliardi, e previsto vendite nette Q1 di $6.16 miliardi, valori più deboli del consenso di $6.45 miliardi.


  • Ross Stores ha chiuso in calo di oltre il -5%. La società prevede un EPS Q4 di 83 centesimi-93 centesimi, valori più debole del consenso di $1.01.




Cosa invece ha aiutato il mercato nell’ultima sessione?





  • Intuit ha chiuso in rialzo di oltre il +10%, miglior titolo nello S&P 500 e nel Nasdaq 100. La società ha presentato dati che hanno battuto le loro linee guida inferiori e superiori.
    L’EPS di 1,53 dollari, è ben al di sopra del consenso di 97 centesimi e ha aumentato la sua previsione di EPS annuale a 11,48-$11,64 dollari, valori migliori del consenso che era attestato a 11,29 dollari.


  • Micron Technology ha chiuso in rialzo di oltre il +7% venerdì, sottolineo l'affermazione del CEO Sanjay Mehrotra il quale ha detto che la crisi globale dei semiconduttori si sta attenuando.





Il Nasdaq attira la liquidità in fuga dal Dow Jones. Cosa farò oggi?

La mia opinione ed il mio punto sul mercato oggi.



  • Al di là dell'oceano quello che ha spaventato i mercati nella sessione di venerdì sono state le nuove restrizioni imposte dal Covid in Europa.
    La pesante notizia del giorno è stata che l'Austria ha stabilito un nuovo lockdown nazionale a causa dell'aumento dei casi di covid, e questa è sicuramente l'ultima cosa che gli investitori vogliono sentire.
    Nonostante questo due indici su tre hanno comunque ottenuto performance positive su base settimanale e hanno risaltato i solidi utili riportati dalle aziende del settore vendite al dettaglio.


  • La liquidità non è uscita dal mercato però ma si è spostata verso la tecnologia e ha spinto il NASDAQ 100 verso la performance settimanale di +1,2% e il raggiungimento del suo nuovo record storico.
    L'S&P anche se ha chiuso in negativo del -0,14% ,ha comunque chiuso la settimana con un aumento del +0,3%.
    Il Dow ha invece avuto la peggio ed è sceso del -0,75%.
    Con la seduta di venerdì per il Dow Jones registro il terzo calo consecutivo su base giornaliera e il quarto negli ultimi cinque giorni.
    Il Dow Jones su base settimanale ha perso il -1,4%.


  • Cosa leggere nell'ultima sessione?
    Il mercato ha mostrato una chiara azione di ricerca di "spostamento verso la sicurezza dei capitali".
    Questo si è con i rendimenti obbligazionari spinti verso e con la rinnovata fiducia alla crescita illimitata e agli oceani di liquidità che le grandi tecnologie forniscono.


  • A parte la seduta finale la maggior parte della settimana si è concentrata sulla vendita al dettaglio.
    Il dato complessivo è stato migliore del previsto per ottobre con il +1,7%, che ha battuto il +0,7% di settembre e le aspettative del +1,4%.
    I dati sugli utili per i colossi delle vendite al dettaglio come Walmart, Target, Macy's, Home Depot Sono stati notevoli, anche se ho notato che tutti hanno risentito un pizzico dell'alta inflazione e dei problemi della supply chain.
    La maggior parte delle grandi catene di distribuzione sono state in grado di lavorare bene nonostante le sfide della catena di approvvigionamento e mantenere i loro scaffali completamente riforniti. Questo fa ben capire che quando si tratta di gestione della catena di approvvigionamento, le dimensioni contano.
    Stiamo arrivando alla settimana del Thanksgiving, che di solito è un periodo di bassi volumi con gli americani che si preparano per le vacanze (che siano in viaggio o meno).
    L’andamento di questo mese di novembre ci ha mostrato una netta separazione l'S&P e il NASDAQ più forti, e il Dow più più debole. Sarà interessante vedere cosa ci riserva il resto di novembre...


  • Cosa farò oggi?


  • Una delle strategie di maggior successo che applico è quella che ho soprannominato del “contropiede”. Scelgo un titolo che abbia avuto un repentino calo e che quindi sia tornato su prezzi assolutamente appetibili, ma che abbia fondamentali molto buoni e che quindi finita la speculazione negativa che lo ha colpito, ritornerà rapidamente sui prezzi precedenti.
    Oggi sicuramente è un giorno buono per comprare il titolo che ho in mente nel settore dei viaggi. questa società ha recentemente riportato solidi dati trimestrali, ma da quei dati è solo sceso e adesso è un ottimo candidato per il mio contropiede.
    Il “contropiede” è una delle strategie che utilizzo per selezionare i miei acquisti.
    Le mie strategie hanno dato i seguenti risultati nel 2021.
  • Il migliore dei miei portafogli su cui investire nel 2021.
    Classifica dei migliori rendimenti dal 04/01/2021 al 22/11/2021:
    1. Portafoglio numero 1 Oggi in Italia (AZIONI ITALIA) +174,90%
    2. Portafoglio Commodities, Bitcoin, Index + Oper. Straord. (USA) +142,00%
    3. Portafoglio Tutte le Recenti N.1 - USA (AZIONI USA) +141,86%
    4. Portafoglio Tutte le Recenti N.1 - Italia (AZ. ITALIA) +112,71%
    5. Portafoglio BEST BRANDS (AZIONI USA) +100,95%
    6. Portafoglio Mib 40 (AZIONI ITALIA) +88,15%
    7. Portafoglio numero 1 Oggi in USA (AZIONI USA) +64,20%

  • Eccezionale, ad oggi ci sono ben 5 portafogli che nella classifica superano il 100% nel 2021


  • Concludo con la mia solita domanda riflessione ai miei lettori: Avete chiaro come muovervi adesso nel mercato azionario?
    Quali settori privilegerete nei vostri acquisti?
    Adesso la mia posizione sugli indici è la seguente:

    Nasdaq 100 Long,
    Dow Jones Industrial Short,
    S&P 500 Long.
    Euro Stoxx 50 Long
    Ftse Mib Short.


  • Mi piacerebbe leggere sotto la mia analisi le vostre opinioni.

    La mia notizia per voi è che se volete fare quello che faccio io nel mercato adesso potete farlo con facilità nell'area riservata dei miei abbonati sono presenti 12 canali. Questi canali fanno parte di diversi abbonamenti. Ho cercato di creare differenti abbonamenti per venire incontro alle diverse tipologie di traders. Ci sono aree geografiche diverse con orari di operatività differenti, portafogli nei quali si fanno più operazioni e portafogli nei quali se ne fanno di meno. Portafogli nei quali è possibile operare sia Long che Short ed altri dove opero solo Long. Portafogli dove si è più liberi di avere discrezionalità e portafogli dove io indico anche il peso specifico di ogni titolo e quindi dove il copy trading è completo.
    Scegli il portafoglio più adatto alla tua personalità di trader!


  • Ad esempio: Portafoglio Il Mercante in Fiera.



    • Il mercante in Fiera raccoglie un mix di titoli scelti nel mercato USA, selezionati grazie al mio Trading System Orso e Toro. Questo portafoglio tiene conto anche di segnalazioni di insider che statisticamente hanno prestazioni migliori rispetto al mercato nel suo complesso. Nel portafoglio aggiungerò anche titoli nei quali i "rumours" degli analisti segnalano sorprese positive di utili prima che vengano annunciati. A volte il mercato crea un "panic selling" su alcuni titoli particolarmente buoni, questo portafoglio mira a sfruttare il meglio di queste società mentre rimbalzano per riuscire a realizzare utili a due cifre in poche settimane.
      Su ogni titolo in portafoglio indico l'esatto peso specifico del mio acquisto rendendo così possibile un esatto copy trading della mia operatività.
      Azioni in portafoglio 12-15.
      Numero medio operazioni mensili 22/24.
      La durata media di un'operazione in questi portafogli è di 22 giorni.

    • La durata media di un'operazione in questi portafogli è di 18 giorni.
      Come entro nel future? Come gestisco il trade? Come esco dal future?
      Tutto ciò che devi sapere lo trovi qui sotto.
      L'ingresso ed il peso specifico del titolo acquistato vengono indicati sul canale e l'acquisto va fatto in chiusura.
      La vendita ed il peso specifico del titolo venduto vengono indicati sul canale e la vendita va fatta in chiusura
      Non iniziare a copiare il mio trading se non hai letto attentamente la mia strategia!!!




    I livelli dei 3 maggiori indici americani dopo l’ultima sessione di borsa sono:






    • L’S&P 500 è sceso di 6,60 punti a 4.697,95 per un -0,14%. Ultimo record il 18 novembre.

    • Il Dow Jones è sceso di 268,97 punti a 35.601,99 per un -0,75%. Ultimo record l'8 novembre.

    • Il Nasdaq 100 ha guadagnato 90,37 punti a 16.573,34 per un +0,55%. Nuovo record storico


    • L’indice Russell 2000 rappresentativo delle small-cap ha perso il -0,93%, adesso vale 2.341,68.

    • Il rendimento del Treasury a 10 anni, che influenza direttamente i tassi di interesse sui mutui e altri prestiti al consumo, ha chiuso a 1,556% dall’1,606% del giorno precedente.

    • Il valore dell’oro dal minimo di marzo di 1680$ dollari l’oncia ha guadagnato 166$ ed adesso si attesta sui $1.846 dollari.

    • Il prezzo del Future greggio americano WTI è salito di 0,75 dollari stamattina e in questo momento quota 76,69 dollari al barile.

    • L'indice di volatilità VIX S&P 500 ha chiuso a 18,05. Il VIX è ritornato verso la parte bassa del range recente delimitato dal massimo di metà luglio di 25.09 e il minimo di fine giugno di 14.10.



    Vuoi Informazioni?
    Richiedi direttamente online

    Compila il modulo, ti contatteremo per fornirti tutte le informazioni. Approfitta dell'esperienza di Marco Bernasconi sui mercati finanziari

    Clicca il bottone per accedere alla

    PROVA GRATUITA
    Riempi il modulo