Il crollo del -2 49% della borsa cinese spaventa Wall Street.

Tol Communication Srl

di Marco Bernasconi
A Wall Street si dice:
“Si dice che il minimo battito d'ali di una farfalla a Pechino sia in grado di provocare un uragano dall'altra parte del mondo.”
tratto dal film del 2004 “The Butterfly Effect”

Nell’ultima sessione a Wall Street, l’SP 500 è sceso del -1,12%. Nel momento in cui scrivo questa analisi i futures statunitensi sono negativi: Nasdaq -0,11%, per l’S&P 500 -0,07% e per il Dow Jones -0,16% circa.



Perché il mercato ha chiuso negativo nell’ultima sessione a Wall Street?



    • Gli indici azionari statunitensi ieri sono calati influenzati dal crollo del -2,49% nell'indice azionario composito cinese di Shanghai di martedì che ha raggiunto il minimo degli ultimi mesi.


    • Le azioni sul mercato cinese hanno chiuso negative per la terza sessione consecutiva mentre la repressione normativa del governo cinese si allarga ad altri settori dell'economia.


    • L'aggravarsi della pandemia continua a pesare sul mercato azionario.


    • I dati macroeconomici statunitensi di ieri sono stati positivi e negativi e quindi questo contrasto ha avuto un impatto limitato sui prezzi delle azioni.


    • Il rendimento dei Treasuries a 10 anni è sceso di -5,6 pb all'1,234%.


    • Il crollo dei mercati azionari in Europa, Asia e Stati Uniti di ieri ha aumentato la domanda di titoli di Stato come rifugio sicuro.


    • Il Treasury per ragioni opposte rispetto al mercato azionario ha avuto il supporto della preoccupazione che la diffusione mondiale della variante delta Covid possa bloccare il recupero dell’economia.


    • I dati economici statunitensi di martedì sono stati di poco aiuto per i Treasuries. Le pressioni sull'offerta sono un fattore negativo, il Tesoro ha messo all'asta $ 61 miliardi di T-notes a 5 anni martedì come parte dell'enorme pacchetto di aste di $ 211 miliardi di questa settimana di T-note e titoli a tasso variabile.


    • Dicevo che i dati macroeconomici statunitensi di ieri sono stati misti per azioni e obbligazioni. Negativo per il mercato azionario, ma di supporto per quello obbligazionario, è stato l'aumento di +0,5% m/m dei nuovi ordini di beni strumentali negli Stati Uniti a giugno non difesa ex-aeronautica, un proxy per la spesa dei beni strumentali, più debole delle attese di +0,7% m/m.


    • Positivo per il mercato azionario è stato l'inaspettato aumento di +0,2 punti dell'indice di fiducia dei consumatori statunitensi del Conference Board di luglio a un massimo di 17 mesi di 129,1, migliore delle aspettative di un calo a 123,9.


    • L'indice dei prezzi delle case S&P CoreLogic Composite-20 di maggio è aumentato del +16,99% a/a, migliore delle aspettative di +16,33% a/a e il più grande aumento in 16 anni.


    • La diffusione della variante delta Covid in tutto il mondo ha costretto ad aumentare le chiusure in alcune regioni dell'Asia e dell'Australia e ha suscitato preoccupazione per un rallentamento della crescita globale. Le nuove infezioni globali da Covid sono aumentate di 3.729.000 casi nella settimana terminata il 25 luglio, il massimo in 2 mesi. La media di 7 giorni delle nuove infezioni da Covid negli Stati Uniti è salita a un massimo di 3 mesi lunedì di 57.513 casi, e le nuove infezioni da Covid a Tokyo sono salite a un record di 2.848 casi ieri.


    • Martedì le azioni dei resort di Las Vegas hanno chiuso in pesante rosso a causa della preoccupazione che l'aumento dei tassi di infezione da Covid porterà a restrizioni che impediranno ai visitatori di soggiornare a Las Vegas.


    • Wynn Resorts e Las Vegas Sands hanno chiuso entrambi in calo di oltre il -3%.


    • MGM Resorts ha chiuso in calo di oltre il -2%.


    • Lamb Weston Holdings è crollata di oltre il -13%, peggior titolo nell'S&P 500. La notizia è stata che la società ha dichiarato di vedere l'utile netto e l'Ebitda rettificato sotto pressione nella prima metà del 2022.


    • United Parcel Service ha chiuso in calo di quasi il -7% . La notizia è stata che le previsioni sui margini per l'intero anno della società hanno segnalato che sarà inferiore al livello visto nel secondo trimestre. La debolezza di UPS ha anche penalizzato FedEx, che ha chiuso in ribasso di oltre il -5%.


    • Activision Blizzard ha chiuso in calo di più del -6% ieri. La notizia è stata che i dipendenti dell'azienda hanno chiesto uno sciopero per protestare contro la risposta dell'azienda a una recente causa per discriminazione sessuale. Lo sciopero si svolgerà mercoledì fuori dal complesso della società a Irvine, in California.


Cosa invece ha aiutato il mercato nell’ultima sessione?



    • Martedì F5 Networks ha chiuso in rialzo di oltre il +6%, miglior titolo dell'S&P 500 dopo aver riportato un EPS rettificato del terzo trimestre di $ 2,76, migliore del consenso di $ 2,47 e prevedendo un EPS rettificato del quarto trimestre di $ 2,68-2,80, il punto medio al di sopra del consenso di $ 2,72.


La mia opinione ed il mio punto sul mercato oggi.



I mercati azionari asiatici sono diminuiti questa notte facendo seguito al calo di Wall Street di ieri.

Le ragioni della preoccupazione oggi sul tavolo sono da ricercare in:

    • Le restrizioni normative in Cina
    • La riunione del FOMC dai quali si capirà di più sulla prossima politica della FED
    • La reporting season e le previsioni del management di Apple.


Gli investitori sono attenti alla presentazione degli utili aziendali degli Stati Uniti, e preoccupati dalla notizia che i Centers for Disease Control and Prevention hanno raccomandato anche alle persone vaccinate di tornare a indossare mascherine nei luoghi al chiuso nelle aree in cui la variante delta del coronavirus, più contagiosa, si sta diffondendo.

In questo clima il mercato è diventato prudente.

La riunione del consiglio della Federal Reserve è iniziata ieri e dovrebbe portare un chiarimento su quando la banca centrale degli Stati Uniti inizierà a ridurre gli acquisti di obbligazioni che pompano denaro nei mercati finanziari e mantenere bassi i tassi di interesse.

L'indice Shanghai Composite ha perso lo 0,6% a 3.363,00, in calo per il terzo giorno di fila.
La rotazione settoriale è difensivistica in questo momento. La vendita è stata più pronunciata nella tecnologia e nei titoli di comunicazione, e nelle aziende che si basano sulla spesa dei consumatori. I commercianti hanno spostato il denaro in settori visti come meno rischiosi, compresi i servizi pubblici, l'assistenza sanitaria e le aziende che producono beni per la casa e la persona.
Le azioni dei giganti cinesi di internet sono scese per il terzo giorno mentre gli investitori aspettavano possibili nuove azioni dopo che Pechino ha intensificato l'applicazione delle misure anti-monopolio e di sicurezza dei dati contro l'industria.
Il gigante dei giochi e dei social media Tencent è sceso del 3,5% a Hong Kong.
Le azioni del gigante dell'e-commerce Alibaba a Hong Kong sono scese del -0,3% dopo che le azioni scambiate a Wall Street hanno perso il -3%.
Nel mercato AH il titolo APPLE è in calo di oltre il -2%. La notizia è che il management della società è stato molto prudente in merito al futuro andamento del business.
Preoccupa soprattutto l’impatto sulla produzione della mancanza di componentistica ma anche di un possibile calo della domanda dei servizi. Eppure, i risultati di Apple sono stati molto positivi. La societa’ ha prodotto un fatturato di 81.4 miliardi di USD, registrando una crescita sul trimestre del 36%.

Per verificare la qualità del mio lavoro vi consiglio di visitare la mia pagina statistiche

I livelli dei 3 maggiori indici americani dopo l’ultima sessione di borsa sono:



    • L’S&P 500 è sceso di 20,84 punti a 4.401,47 per un -0,47%. Il record storico è stato registrato il 26 Luglio.


    • Il Dow Jones è sceso di 85,80 punti a 35.058,52 per un -0,24%. Il record storico è stato registrato il 26 Luglio.


    • Il Nasdaq 100 ha perso 168,98 punti, o -1,12%, a 14.956,97. Il record storico è stato registrato il 26 Luglio.


L’indice Russell 2000 rappresentativo delle small-cap ha perso il -1,23%, adesso vale 2.189,73.

Il rendimento del Treasury a 10 anni, che influenza direttamente i tassi di interesse sui mutui e altri prestiti al consumo, ha chiuso a 1,236% dall’1,283% del giorno precedente.

Il valore dell’oro dal minimo di marzo di 1680$ dollari l’oncia ha guadagnato 124$ ed adesso si attesta sui $1804 dollari.
Il prezzo del greggio americano è salito di 248 centesimi chiudendo a 72,13 dollari al barile.

L'indice di volatilità VIX S&P 500 è salito chiudendo a 19,36 scendendo ulteriormente dal massimo degli ultimi 2 mesi di 25,09. Ora si trova abbastanza distante dal minimo di 14,10 registrato il 29 giugno.

Vuoi Informazioni?
Richiedi direttamente online

Compila il modulo, ti contatteremo per fornirti tutte le informazioni. Approfitta dell'esperienza di Marco Bernasconi sui mercati finanziari

Clicca il bottone per accedere alla

PROVA GRATUITA
Riempi il modulo