Il bilancio settimanale indici USA a -5% per colpa dell'IPC più alto del previsto.

Tol Communication Srl

di Marco Bernasconi 13 giugno 2022

A Wall Street si dice:

“Il mio periodo di investimento preferito è per sempre."
Warren Buffet



La mia opinione ed il mio punto sul mercato oggi.



  • Inflazione e Fed falco.
    In questo momento in borsa non c'è altro che conti.
    Per tutta la settimana appena conclusa abbiamo atteso il report dell’IPC (o CPI come lo scrivono gli anglosassoni, L'indice dei prezzi al consumo).
    Venerdì alle 14:30 ora italiana quando è uscito il dato più caldo del previsto i prezzi delle azioni sono crollati letteralmente e ci hanno lasciato con l'ennesima settimana di pesanti cali.
    I prezzi al consumo sono saliti dell'8,6% a maggio, un dato che è stato superiore all'8,3% registrato ad aprile.
    Cosa ci dice questo dato di così spaventoso per i mercati?
    Il dato ci suggerisce che l'inflazione potrebbe non aver raggiunto il suo picco.
    L'aumento mensile è stato dell'1%, anch'esso è stato superiore allo 0,3% registrato ad aprile e alle aspettative dello 0,7%.

  • L'IPC core ha rappresentato l'unico punto di forza dei dati usciti, in quanto l'aumento del 6% è stato migliore rispetto al 6,2% del mese di aprile, ma anche in questo caso le aspettative che erano previste erano per un dato inferiore al 5,9%.
    Cosa altro ci dice questa situazione?
    Ci dice che le decisioni aggressive intraprese dalla Fed non hanno ancora intaccato l'inflazione.
    Questo fa temere agli investitori che il Comitato della banca federale intensificherà i suoi sforzi e che l'economia si sta avviando davvero verso la recessione.
    Alla luce di questa prospettiva i prezzi delle azioni sono crollati nella sessione di venerdì.

  • Il NASDAQ è sceso del -3,52%.
    Il rendimento del Tesoro a 10 anni ha superato il 3,1%.
    L'S&P è crollato del -2,91% chiudendo a 3900,86.
    Il Dow è sceso del -2,73%.
    Tutti guardavamo al report CPI venerdì, ma anche l'indice di fiducia dei consumatori dell'Università del Michigan per il mese di giugno è stato degno di nota, in quanto è sceso a 50,2.
    Si tratta di un calo notevole rispetto al 58,4 di maggio e suggerisce che i consumatori sono preoccupati per l'aumento dell'inflazione, un altro aspetto che preoccupa gli investitori.


  • Durante la settimana scorsa dopo la sessione di giovedì 9 eravamo nella posizione in cui gli indici stavano registrando un bilancio settimanale positivo, dopo le ottime sessioni di lunedì e martedì.
    Ma due giorni consecutivi di forti ribassi hanno messo fine a questa situazione.
    Il NASDAQ è sceso di circa il -5,6% su base settimanale.
    L'S&P è sceso di oltre il -5%, il che rende questa striscia di 9 chiusure negative sulle ultime 10.
    Il Dow è sceso di oltre il -4,5%, e la striscia del Dow Jones è anche peggiore con 10 chiusure negative sulle ultime 11.
    Il grande evento che ci aspetta questa settimana sarà la riunione della Fed prevista per martedì 14 e mercoledì 15.
    Io mi aspetto alla fine l'annuncio di un'altro rialzo di 0,50 punti base dei tassi di interesse.
    Alcuni più pessimisti di me dopo il rapporto CPI di venerdì si chiedono già se un aumento di 75 punti base potrebbe essere previsto.
    Vedremo insieme quello che accade...

  • In questa parte della mia analisi sarò libero di guardare oltre, di vedere cose che altri non vedono.

  • Rubrica” L’angolo di Warren Buffet conosciuto come l’oracolo di Omaha”.

  • Come l’oracolo ellenico non commetterò mai errori anche quando sembrerò farlo starò solo anche se inconsapevolmente adombrando la verità.

  • I deludenti numeri sull'inflazione pubblicati questa venerdì hanno mostrato agli investitori che continuiamo ad avere un grosso problema.
    L'8,6% è il nuovo dato con il quale il consumatore si confronterà.
    Questo dato mette paura all'americano medio e la fiducia dei consumatori lo ha dimostrato, raggiungendo un minimo storico.
    Mi aspetto un'altro test dei recenti minimi.
    Già alcuni investitori temono che la Fed possa aumentare di 75 punti base alla prossima riunione di questa settimana.
    Questa sarebbe la brutta sorpresa per il mercato, comunque se non sarà adesso il mercato è preparato per un aumento di 75 punti base per la riunione di luglio
    Per quanto riguarda il mercato azionario, probabilmente testerà i minimi. Venerdì non c'era molta paura sul mercato, anche se affondava, il che è una cattiva notizia per il mercato.
    Gli investitori non hanno ancora gettato la spugna.
    La capitolazione avverrà solo quando la paura sarà massima.
    L'unica cosa positiva di venerdì è stata che, nonostante la batosta subita dalle azioni, gli indici sono rimasti al di sopra dei minimi di 3 settimane prima.
    Permettetemi di dire che, nonostante l'inflazione incessante e l'umore generale cupo del mercato, ci sono ancora molti aspetti positivi nell'economia che vengono praticamente ignorati, tra cui la forza della spesa delle famiglie, gli investimenti fissi delle imprese, la produzione industriale e, naturalmente, il mercato del lavoro.
    E poiché la Fed prevede che il PIL "avanzerà a un ritmo solido nel resto dell'anno", il mercato dovrà prima o poi prenderne atto.
    L'azione dei prezzi e le preoccupazioni a breve e medio termine possono spesso essere in contrasto con il quadro generale. Ciononostante, è importante tenere d'occhio il quadro generale. Perché un giorno il mercato tornerà a prestarvi attenzione.

  • Le 5 azioni che ho scelto per trarre il massimo profitto dalla rivoluzione dei veicoli elettrici.
    Negli ultimi mesi abbiamo assistito a un'impennata nella produzione di veicoli elettrici.
    Ci sono stati progressi significativi nella tecnologia delle auto, come:

  • la tecnologia di assistenza alla guida.

  • la guida autonoma.

  • Questa rivoluzione dei veicoli elettrici creerà grandi ricchezze in chi sa cosa acquistare.Ho preparato un report speciale su questo tema "Le 5 azioni che ho scelto per trarre il massimo profitto dalla rivoluzione dei veicoli elettrici".
    I titoli dei veicoli elettrici che, secondo le mie previsioni, avranno il massimo rialzo durante questo cambiamento nell'industria automobilistica da 10.000 miliardi di dollari.
    Tutti i titoli di questo report stanno attualmente molto al di sotto del prezzo corretto che dovrebbero avere.
    Il mercato è pieno di questo tipo di azioni adesso, ma sono poche quelle che hanno catalizzatori positivi nel loro futuro con la possibilità di guadagni mostruosi.
    Per ognuno di questi titoli ho identificato i fattori specifici che li avrebbero portati nell'attenzione generale e tra i titoli più performanti nei prossimi 365 giorni.
    Credo di avere individuato i 5 titoli che formeranno un lotto che mi darà un'enorme soddisfazione in questo anno così disperato finora.
    Come puoi aggiudicarti questi 5 titoli che ho scelto?
    Chi è abbonato al progetto One Shot li riceverà a partire da giugno all'interno del suo canale.
    Chi non è abbonato può ricevere il report in anteprima con €57 e con questo tutte le indicazioni di prezzo e di timing con le quali poter effettuare questi acquisti.
    Se vuoi ricevere l'indicazione de "Le 5 azioni che ho scelto per trarre il massimo profitto dalla rivoluzione dei veicoli elettrici", che sto per acquistare, scrivimi adesso su: info@marcobernasconitrading.com


  • La Performance dei miei portafogli dal 1° gennaio 2022 ad oggi è la seguente:

  • Mio portafoglio "Mib 40" +34,74%

  • Mio portafoglio "titolo numero 1 oggi in Italia" +15,72%

  • Mio portafoglio "tutte le recenti numero 1 Italia" +15,54%

  • A CONFRONTO IL NOSTRO INDICE FTSE MIB -11,37%


  • Mio portafoglio "Best Brands" -2,26%

  • Mio portafoglio "titolo numero 1 oggi in USA" +4,46%

  • Mio portafoglio "tutte le recenti numero 1 USA" +16,47%

  • A CONFRONTO GLI INDICI USA

  • Dow Jones -9,43%

  • S&P 500 -13,65%

  • Nasdaq -22,75%

  • Vi ricordo quello che è il mio mantra nei mercati e cioè:
  • • “la mia previsione nel lungo periodo nasce e si forma giorno per giorno avendo un'ottica e un obiettivo nelle prossime 24 ore”.

  • • “quando sarà finita la sessione di oggi avrò significativi dati per prevedere quella di domani”.

  • • “tutto ciò che è previsto oltre la settimana ha la stessa possibilità di verificarsi del lancio di una monetina puntando su testa o croce”


  • Performance sui futures USA siamo arrivati a +136,70% dall'inizio del 2022.

  • da 01/01/2022 al 09/06/2022

  • Strategia rendimento utilizzando i 3 futures Americani.

  • Nasdaq +392,86%

  • S&P500 -13,29%

  • Dow Jones Industrial +192,81%

  • Rendimento medio dei 3 futures nel periodo +190,79%.

    Seguimi su marcobernasconitrading.com, vedrai ogni giorno quali titoli scelgo e quelli sui quali entro.


  • Vedrai come io applico la mia strategia ed in mio metodo statistico

  • Prova gratuitamente il mio servizio qui

  • O contattami per avere maggiori informazioni qui



  • Vuoi Informazioni?
    Richiedi direttamente online

    Compila il modulo, ti contatteremo per fornirti tutte le informazioni. Approfitta dell'esperienza di Marco Bernasconi sui mercati finanziari

    Clicca il bottone per accedere alla

    PROVA GRATUITA
    Riempi il modulo