Oggi il mercato non farà sorprese potete rilassarvi.

Tol Communication Srl

Oggi il mercato non farà sorprese potete rilassarvi.

di Marco Bernasconi

A Wall Street si dice:

“Non è importante che tu abbia ragione o torto, ma quanti soldi si fanno quando hai ragione e quanto si perde quando si ha torto."

George Soros

Nell’ultima sessione a Wall Street, l’SP 500 è salito del +0,21%. Nel momento in cui scrivo questa analisi i futures statunitensi sono positivi: Nasdaq +0,08%, per l’S&P 500 +0,10% e per il Dow Jones +0,10% circa.

Oggi il mercato USA è chiuso per il Memorial day.

Perché il mercato è salito nell’ultima sessione a Wall Street?


Gli indici azionari statunitensi venerdì hanno registrato modesti rialzi.

  • L'S&P 500 e il Dow Jones ed il Nasdaq sono tornati sui massimi degli ultimi 20 giorni.

  • Venerdì i dati economici statunitensi più forti del previsto hanno rafforzato l'ottimismo nelle prospettive economiche e hanno spinto gli indici azionari al rialzo.

  • Un allentamento della pandemia sta spingendo le azioni che beneficeranno di una riapertura dell'economia.

  • La media a 7 giorni delle nuove infezioni da Covid negli Stati Uniti è scesa al nuovo minimo dell’ultimo anno.

  • com ha chiuso in rialzo di oltre il +5% venerdì, segnando il più grande rialzo nell'S & P 500. La società ha presentato un EPS del primo trimestre di $ 1,21, ben al di sopra del consenso di 88 centesimi, e quindi aver aumentato la sua stima per l'intero anno.

  • Ulta Beauty ha chiuso venerdì di oltre il + 5%. La società ha aumentato le sue previsioni di vendite nette per l'intero anno a 7,7 miliardi rispetto ad una previsione precedente di 7,2 miliardi di dollari.


La forza del settore tecnologico venerdì ha contribuito a spingere al rialzo l’intero mercato. Notevoli guadagni su:

  • Nvidia, che ha chiuso oltre il +4%.

  • Xilinx, che ha chiuso oltre il +3%.

  • Advanced Micro Devices e Seagen Inc hanno chiuso oltre il +2%.


A questo proposito ricordo che l’investimento sui titoli nel medio periodo 12/15 mesi, che sono oggetto dei miei “Progetti One Shot” a Wall Street è uno dei più lungimiranti.

Nell’ultima sessione il settore delle catene di sale cinematografiche è stato uno dei migliori ieri. Il settore è oggetto di uno dei miei progetti One Shot. Il 22 dicembre 2020 guardando con tristezza al panorama che avevamo e pensando che a Natale eravamo abituati ad affollare le sale cinematografiche pensai che fosse il momento di puntare su questo settore perché nel futuro pensando al Natale 2021 ero certo che non lo avremmo passato chiusi in casa come quest'anno. A quel punto selezionai le 4 imprese che secondo me avrebbero tratto maggior beneficio da quel momento in avanti e le legai nel primo progetto questo è il risultato dopo 159 giorni più 339,31%.

In questo progetto venerdì 28 maggio 2021 ho venduto il titolo AMC acquistato il 22 dicembre a 2,68 a 35,15 con una performance di 1.211,57%.

Per darti un esempio delle performance ottenute guarda i risultati avuti con i progetti passati e ancora in corso:

2/20 - Progetto ONE SHOT di fine ottobre 2020 +117,55 %

4/20 - Progetto ONE SHOT di dicembre 2020 +339,31 %

1/21 - Progetto ONE SHOT di gennaio 2021 +39,26 %

3/20 - Progetto ONE SHOT di dicembre 2020 +37,70 %

1/20 - Progetto ONE SHOT di inizio ottobre 2020 +98,67 %

2/21 - Progetto ONE SHOT di gennaio 2021 +39,26 %

La durata media di ogni singolo progetto è di 12/15 mesi quindi siamo ancora ben lontani dagli obiettivi.

Il rendimento che statisticamente e storicamente mi aspetto è del 40% mediamente da ogni progetto.

In questo momento abbiamo una ottima performance MEDIA su questo progetto del 65,32% ottenuta in 128 giorni.

Ricordo che ogni mese presento un nuovo settore su cui puntare che diventerà il settore in euforia nel futuro.

Ricordo che per questo mese il nuovo progetto ONE SHOT è pronto contattami adesso per partecipare.

Oggi il mercato non farà sorprese potete rilassarvi.


I dati macroeconomici di ieri sono stati di supporto per il mercato azionario.

  • La spesa personale degli Stati Uniti aprile è aumentata dello 0,5%, proprio come previsto.

  • Il reddito personale di aprile è sceso a un record di -13,1% (dati del 1946), sebbene sia stato più forte delle aspettative di -14,2%.

  • L'MNI Chicago PMI di maggio è salito inaspettatamente di +3,1 a un massimo degli ultimi 75 anni.


Cosa ha invece contrastato il mercato ieri?



  • HP Inc ha chiuso venerdì di oltre -8%, peggior titolo nell'S&P 500 a causa dei timori che le forti vendite di PC potrebbero aver raggiunto il picco dopo che la società ha riportato i risultati del secondo trimestre. Il CEO Lores ha affermato che la continua carenza di chip per computer significa che HP non può far corrispondere l'offerta alla domanda per i suoi prodotti e ciò trascinerà le prestazioni dell'azienda.

  • Il sentiment dei consumatori dell'Università del Michigan negli Stati Uniti di maggio che è stato rivisto al rialzo di +0,1 a 82,9, leggermente inferiore alle aspettative di 83,0.


Sul mercato azionario continuano sempre a pesare le crescenti statistiche Covid globali.

  • La Germania ieri ha comunicato che ci sono solo 62,5 nuove infezioni da Covid ogni 100.000 persone nell'ultima settimana, il tasso più basso dalla fine di febbraio.

  • Negli Stati Uniti la situazione è in continuo miglioramento. La media a 7 giorni delle nuove infezioni da Covid negli Stati Uniti è scesa domenica a un minimo di 11 mesi a 23.073.

  • A livello globale, le infezioni da Covid sono aumentate oltre i 169 milioni, mentre i decessi hanno superato i 3.527.000.


Analizzando nel suo complesso il mercato azionario statunitense noto i seguenti punti importanti che influenzano il mercato:


Fattori rialzisti.

(1) ottimismo sulle vaccinazioni Covid negli Stati Uniti e nel mondo,

(2) la politica monetaria straordinariamente accomodante della Fed con il tasso di interesse target della Fed vicino allo zero e il suo programma di QE di $ 120 al mese,

(3) lo stimolo fiscale e monetario aggressivo misure adottate in tutto il mondo per combattere l'impatto della pandemia,

(4) il pacchetto di aiuti pandemici da $ 1,9 trilioni approvato a marzo e la proposta del presidente Biden per un nuovo programma infrastrutturale da $ 2,25 trilioni,

(5) aspettative per una ripresa della crescita degli utili S&P 500 di + 24% nel 2021 dopo un calo previsto del -15% nel 2020 e

(6) rendimenti obbligazionari estremamente bassi negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Giappone e nell'Eurozona.

Fattori ribassisti

  • la preoccupazione che la ripresa globale possa essere ritardata a causa del recente aumento delle infezioni da Covid a livello globale,


(2) il recente rialzo del rendimento del T-note a 10 anni a un massimo di 1-1/4 anni,

(3) le tensioni commerciali e tecnologiche tra Stati Uniti e Cina nonostante la nuova amministrazione Biden,

(4) i rischi geopolitici da Iran, Corea del Nord e Venezuela.

La mia opinione ed il mio punto sul mercato oggi:


A Wall Street, l'indice S&P 500 ha chiuso la scorsa settimana in rialzo, il guadagno mensile a maggio è dello 0,5%.

Il mercato sta oscillando tra l'ottimismo sulla spesa dei consumatori e la produzione delle fabbriche, e il disagio che la crescente pressione dell'inflazione che potrebbe spingere i governi e le banche centrali a rallentare i sostegni all’economia.

Io vedo ancora un mercato alla ricerca di una direzione di fronte a questa incertezza. E’ vero che l'indice ha terminato in rialzo il mese di maggio ma passando attraverso un paio di settimane accidentate di sell-off da parte degli investitori che si sono concentrati sul potenziale rialzo dell'inflazione.

Nonostante questo, alcuni analisti sono preoccupati che l'insistenza della Fed nel mantenere i tassi di interesse a livelli così bassi potrebbe portare ad un'impennata inflazionistica che sarà difficile da tenere sotto controllo. Ma Powell sostiene che se l'inflazione dovesse accelerare, avrebbero gli strumenti per riportarla sotto controllo. I rendimenti delle obbligazioni sono stati relativamente stabili questa settimana.

I livelli dei 3 maggiori indici americani dopo l’ultima sessione di borsa sono:



  • L’S&P 500 è salito di 4,89 punti a 4.200,87 per un +0,12%. L'indice ha raggiunto il massimo storico il 7 maggio.

  • Il Dow Jones ha chiuso invariato a 34.464,64. L'indice ha raggiunto il massimo storico il 7 maggio.

  • Il Nasdaq ha perso 1,72 punti, o -0,01%, a 13.736,28. L'indice ha raggiunto il massimo storico il 26 aprile.


Il valore dell’oro dal minimo di marzo di 1680$ dollari l’oncia ha guadagnato 220$ ed adesso si attesta sui $1903 dollari.

Il prezzo del greggio americano è salito di 36 centesimi chiudendo a 66,32 dollari al barile.

L'indice di volatilità VIX S&P 500 ieri ha chiuso a 15,90 minimo delle ultime 6 settimane e molto al di sotto del massimo trimestrale di 28,93. Il VIX è appena sopra al minimo di metà aprile di 14 mesi di 15,38.

Vuoi Informazioni?
Richiedi direttamente online

Compila il modulo, ti contatteremo per fornirti tutte le informazioni. Approfitta dell'esperienza di Marco Bernasconi sui mercati finanziari

Clicca il bottone per accedere alla

PROVA GRATUITA
Riempi il modulo